• Facebook
  • Google+
  • RSS

ARTI MARZIALI

Karate

Il karate nasce nell'isola di Okinawa, una delle isole dell'arcipelago delle Ryukyu, a sud del Giappone. Prende ispirazione dall'arte marziale dello Shaolin, nato in Cina, impero che aveva forte influenza sull'isola di Okinawa.

Karate significa, letteralmente, mano-vuota (kara: vuoto; te – mano). Il nome è stato coniato per differenziarlo dalle arti dei samurai, difatti il karate non impiega l'utilizzo di armi (sebbene nel sistema del Maestro Carraro, il Go Ju Karate Jitsu, con l'avanzare delle cinture si inseriscano kata, cioè forme, con armi: specificatamente il bastone corto o jo, il bastone lungo o bo, i sai e i tonfa. Il Maestro Rita, inoltre, conosce qualche kata con la spada giapponese o katana).

Il karate è una disciplina che impiega l'utilizzo del corpo umano nella sua interezza, sviluppando fin dalle prime lezioni la capacità di tirare calci e pugni in maniera elegante e decisa, inoltre aiuta ad aumentare l'equilibrio con esercizi di posizione, l'elasticità motoria e la velocità.

Il karate è una disciplina adatta a qualsiasi età; sin dai più piccoli si cerca di trasmettere il rispetto per l'ambiente che ci circonda, i propri compagni di allenamento e gli allenatori. Sebbene sia, infatti, uno sport principalmente individuale, i maestri cercano di creare un gruppo unito con forti legami di amicizia al suo interno.

Vi sono alcuni obbiettivi che possono essere raggiunti: le gare e gli esami. Mentre le gare non sono obbligatorie, gli esami servono, alla fine del semestre di insegnamento, a valutare le capacità acquisite dagli allievi per il conseguimento delle cinture. Durante il semestre, quindi, verrà insegnato il programma adatto al grado di ogni allievo, in un percorso crescente che lo porterà a una comprensione più approfondita del proprio corpo e delle tecniche del karate.

Durante le lezioni di Go Ju Karate Jitsu, i maestri insegneranno oltre al programma base (svariati calci, pugni, parate e combinazioni di essi) anche dei kata, cioè combattimenti immaginati contro degli avversari, in modo da sviluppare l'immaginazione di un allievo e abituarlo a pensare modi di difendersi in caso di attacco.

Nella scuola Drago Blu, il Maestro Carraro tiene inoltre lezioni di difesa personale per sapere come comportarsi in caso di pericolo.

 

Kick boxing

La kick boxing è un'arte marziale che comprende moltissime varianti del tema (cioè il saper tirare calci e pugni).

Nella scuola del Drago Blu Team si tengono lezioni di Semi Contact e Light Contact, insegnate sia dall'allenatore Sandro Carraro che dal maestro Rita Carraro, con la supervisione del maestro Walter.

Il Semi Contact (o Point Fightin) è un combattimento che può sembrare, a occhi esterni, molto vicino alla scherma. Senza l'utilizzo di armi, ma solo con calci e pugni, si tenta di colpire l'avversario “sopra la cintura” (per usare il gergo dei semicontattisti, che nasce dalla divisa indossata per combattere con la cintura, simbolo del proprio grado, legata in vita), cioè si possono colpire busto e testa. Una volta toccato l'avversario, il combattimento si ferma per assegnare il punteggio (che varia a seconda del grado di difficoltà della tecnica portata, da 1 fino a un massimo di 5 punti se si tratta di calci sia saltati che girati) al contendente. Il Semi Contact è un tipo di combattimento molto dinamico, che punta a lavorare sulla rapidità dei colpi e sull'elasticità del combattente, insegnando il controllo della propria forza e delle proprie tecniche.

Il Light Contact, invece, è un combattimento continuativo, in cui l'arbitro ferma l'incontro solo in caso di scorrettezze. Anche in questa disciplina vi è l'obbligo di portare le tecniche solo “sopra la cintura”, solo che il Light Contact unisce all'utilizzo di tecniche anche spettacolari di gambe, colpi presi direttamente dal pugilato come ganci e montanti. Questo perché le distanze che si tengono tra i contendenti sono diverse e più ravvicinate rispetto al Semi Contact.

 

ISTRUTTORI

Walter Carraro

Walter Carraro, fondatore del sistema Go Ju Karate Jitsu insegnato nella scuola di karate e kick boxing Drago Blu Team, pratica arti marziali da oltre trent'anni continuativamente, sebbene avesse iniziato da piccolo con la disciplina del Judo.
Nel settembre del 1997 ha aperto la scuola del Drago Blu (all'epoca A.G.K.A.I. Ponte di Brenta).
Oggi annovera, tra i risultati importanti, titoli in competizioni di karate sia mondiali che italiane. È 8° dan di Go Ju Karate Jitsu, 7° di kick boxing, 3° dan di Ju Jitsu e Self Defence e cintura marrone di Judo. Inoltre è arbitro internazionale sia nelle discipline del kata che del semi contact e light contact.

 

Rita Carraro

Rita Carraro ha iniziato a praticare karate all'età di sette anni, quando il padre Walter aprì la scuola Drago Blu. Da allora non ha mai smesso di seguire le orme del padre e sensei (che in giapponese è il titolo che si conferisce al maestro).
Ha partecipato a gare sin da piccola, vincendo prima campionati regionali, poi italiani, fino a conquistare l'ambito titolo mondiale nel 2007, in Germania. Gareggia sia in kata che in gare di semi contact, specialità in cui è esperta.
È 5° dan di Go Ju Karate Jitsu e Kick Boxing.

 

Login

Please login using your credentials recived by email when you register.

I forgot my password | Resend activation e-mail

×